BDSM: dominazione e sottomissione


La dominazione e la sottomissione sono due punti fondamentali delle pratiche BDSM, che si inseriscono non sono nella componente fisica, ma soprattutto in quella mentale. Questo significa che tipo di relazione sessuale nel contesto BDSM coinvolge le persone che lo praticano soprattutto a livello psicologico, emotivo e cerebrale. La relazione nel suo aspetto formale, emotivo e affettivo non dipende solamente dal semplice contatto sessuale, che comunque fa parte della relazione di sottomissione e dominazione. L’eccitazione e il piacere vengono spesso provocati, oltre che dalle tradizionali pratiche e strumenti del mondo BDSM, anche dal capacità di controllo e dall’autorità che il padrone esercita sul suo slave. Entrambi i partecipanti sono consapevoli e concordi nel giocare differenti ruoli, spesso é abituale fare degli accordi su cosa avverà durante il rapporto e quali saranno le regole.

Safe, sane, consensual

Questi tipi di pratiche BDSM si possono rivelare anche molto estreme, per questo motivo é sempre meglio accordare e porre delle regole che verranno rispettate durante il rapporto. Solitamente si sceglie una safe word che possa fermare il gioco in ogni momento se uno dei partecipanti non si sente comodo o sta succedendo qualcosa di strano. Tutto ruota intorno alla fiducia che si crea reciprocamente tra padrone e schiavo, anche se spesso si hanno dei partner occasionali. Queste pratiche possono essere limitate nel tempo, con un durata limitata o possono convertirsi in uno stile di vita, quindi sempre meglio scegliere un compagno che abbia gli stessi desideri e le stesse fantasie. Lo stile di vita BDSM implica spesso anche un abbigliamento dal gusto fetish, gli stivali, il latex e il petplay, una nuova pratica dove lo slave finge di essere un animale scelto dal suo dominatore.

Questo mondo non é per tutti, richiede un’apertura mentale molto ampia e la volontà di dare sfogo alla propria fantasia senza restrizioni e tabù. Le persone che praticano BDSM definiscono a popolazione che non é in grado di fare certe attività con il nome di vanilla.

I punti fondamentale di una relazione di dominazione

I ruoli sono fondamentali in una relazione del tipo BDSM, in particolare quelli di dominatore e schiavo, che in ogni caso possono cambiare in quanto molte persone si definiscono switch. Anche se il ruolo viene scelto in base alla propria natura psicologia ed é difficile cambiare, ma non é strano intercambiare. La pratica dei giochi di ruolo si inserisce nella sfera mentale che dirige fortemente le sensazioni intime. Nelle pratiche di dominazione sono presenti molte simbologie, come per esempio l’uso del collare che viene regalato dal padrone ai suoi schiavi e rappresenta la misura dell’impegno dei due in un rapporto. I comandi e gli ordini devono essere accetati e rispettati dallo slave, pena punizioni e torture, che il master puó infliggere a suo piacimento.

Il contratto e gli accordi devono essere stabili in precedenza per far in modo che la relazione posso avere esito e il legame tra dominatore e schiavo possa consolidarsi. Il dominatore deve sempre assumere un ruolo fermo di comando, senza remore, per far in modo che il suo schiavo possa obbedire agli ordini. Spesso quando uno schiavo rispetta tutti i comandi, il padrone deve dare delle ricompense o dei regali, come per esempio consentire di leccare i piedi o eseguire sesso orale per compiacere anche fisicamente oltre che a livello puramente mentale.

I premi e gli ordini possono essere di qualsiasi genere, ma generalmente vanno concordati in maniera previa con il proprio partner, soprattutto se occasionale. Non bisogna mai dare per scontato il consenso della persona che intraprende una pratica sessuale di questo tipo, per questo motivo la regola fondamentale è quella di stabilire dei limiti per una totale sicurezza durante il rapporto sessuale. Sempre meglio avere la situazione chiara e sotto controllo.