I giocattoli e gli strumenti del BDSM


Nell’immaginario collettivo e come emerge dai film porno le pratiche BDSM ci rimandano a persone foderate di lattice, con tacchi esagerati, mazze chiodate e altri strumenti di tortura quasi medievale, ma in realtà anche se ci sono contesti estremi, queste pratiche celano molte sfaccettature. Gli scenari del BDSM sono molto complessi e variegati, ed é più semplice che gli strumenti utilizzati siano molto soft, magari corde, sex toys e fruste. Anche se non é necessario spendere tanti soldi per costruire la propria scatola del piacere, possono essere sufficienti anche elementi di uso comune che possono essere adattati.

Dalle semplici corde agli sculacciatori

Il grande universo BDSM include un numero di pratiche infinite, che spesso vengono considerate devianti e perverse secondo la morale comune. Ma ci sono anche delle pratiche semplici, poichè il BDSM si divide in vari livelli sino ad arrivare a cose sempre più estreme. Una fantasia molto comune, che é tipica di chi muove i primi passi in questo mondo, é quella di essere legati e restare inermi davanti al proprio partner, oppure essere sculacciati a causa di qualche motivo inventato. Se si vuole iniziare a sperimentare queste pratiche si possono acquistare dei comuni accessori per il bondage, studiati per stimolare la fantasia durante il sesso o degli sculacciatori.

Non é necessario arrivare a livelli estremi, ció che conta é provare piacere, anche se solo con una piccola sculacciata si puó ottenere l’eccitazione desiderata. Il miglior consiglio é quello di sperimentare queste pratiche in maniera graduale, capire quali sono i propri limiti e riporre totale fiducia nel proprio partner per avere un rapporto appagante e piacevole. La reciprocità é fondamentale all’interno delle pratiche BDSM poiché deve esserci totale coincidenza dei desideri della coppia che si accinge a fare dei passi in questo mondo e dunque concordare anche dei limiti.

Se siete interessati a queste pratiche, ma non sapete molto sull’argomento, online sono presenti molte community all’interno delle quali si condividono esperienze e consigli. Spesso si organizzano anche degli aperitivi, dove le persone possono conoscersi e confrontarsi in luoghi pubblici con molta tranquillità.

Il bondage e la sua parte intrigante

Un’area del BDSM molto frequentata é quella del bondage, che spesso incuriosisce anche per i suoi lati soft e alla portata di tutti. Quasi tutti hanno fantasticato almeno una volta durante un rapporto di essere legati o legare il proprio partner sessuale. Questa fantasia é infatti una delle più comuni, poiché l’inibizione di un senso rende le sensazioni più forti e intense. Questa pratica é molto semplice da sperimentare, anche se spesso puó diventare rischiosa, quindi é sempre meglio prendere le dovute precauzioni. In casa si possono usare anche strumenti di uso quotidiano, come foulard, sciarpe di seta o atri materiali che non causino danno alla pelle.

Non necessario infatti che polsi e caviglie siano legati in maniera stretta, si deve sempre lasciare uno spazio di due dita per far in modo che il nodo non comprima i nervi e sorgano complicazioni. Esistono dei tutorial appositi sul web per imparare l’arte dei nodi e fare in modo che tutto avvenga in totale sicurezza senza causare danni al proprio partner, per sicurezza si consiglia di avere sempre a disposizione delle forbici per poter facilmente tagliare i nodi. Anche le manette devono essere usate con le dovute precauzioni, in quanto possono causare dei danni ai polsi se strette in maniera eccessiva, dunque é meglio non correre rischi. Queste sono le modalità più soft del bondage, per iniziare a entrare nel mondo del BDSM e vedere se queste pratiche possono dare il via a cose più estreme, sempre in totale sicurezza.